Passa ai contenuti principali

Personaggi dei Malavoglia

http://digilander.libero.it/malavogliano/Malavoglia_brain4-50.htm

- la famiglia Toscano soprannominata Malavoglia era composta da:
padron ‘Ntoni, il figlio Bastianazzo e la moglie Maruzza detta La Longa, i nipoti ‘NtoniMena(Filomena), Alessi e Lia (Rosalia);
- La famiglia dei Piedipapera composta da Tino (Agostino), e la moglie gnà Grazia;
- la famiglia degli Zuppiddi composta da Turi o Bastiano colui che metterà a nuovo la Provvidenza; Venera e la figlia Barbara;
- la famiglia della Locca composta da zio Crocifisso e dai due figli: Menico, che morirà con Bastianazzo, ed un altro di cui non è riportato il nome che si dedicherà al contrabbando con ‘Ntoni;
- Compare Alfio Mosca ,che vive accanto alla casa dei Malavoglia;
- La famiglia della cugina Anna: composta da Anna, Mara Rocco Spatu;
- Lo zio Crocifisso, che vive con la nipote la Vespa;
Fortunato Cipolla, il ricco del paese;
La Nunziata, che poserà Alessi;
Don Franco, lo speziale del paese;
Mastro Croce Callà, il sindaco del paese;
Vanni Pizzuto, il barbiere;
- Don Giammaria, il vicario;
- Don Silvestro, segretario comunale;
- Don Michele, il brigadiere;
- Sara, primo amore di ‘Ntoni;
- Don Ciccio, il medico;
- Mastro Filippo, commerciante;

- Mariano, contrabbandiere;
- La Santuzza, ostessa.
Tra i personaggi minori compaiono: zio Crispino, l’avvocato ScipioniBeppe Naso il macellaio, i pescatori: lo zio ColaNunzio Barabba, e la popolana la Cicca.

Post popolari in questo blog

Il saggio breve

1.Alcune definizioni

Il saggio è: §La trattazione di un tema (letterario, scientifico, sociale, economico, ecc.) compiuta da un punto di vista soggettivo, basata su uno studio rigoroso dell'argomento e su una documentazione adeguata. Contiene una o più tesi che vengono sostenute con argomentazioni ed esemplificazioni. §Un testo argomentativo, nel quale sono presenti parti descrittive ed espositive a sostegno delle tesi sostenute, che ha lo scopo di: -Informare -Convincere -Interpretare. §Oggi è uno strumento molto usato di diffusione di idee e conoscenze in tutti i campi del sapere. Ha spesso un carattere specialistico e alimenta il dibattito culturale e il confronto di idee. §Ha un'estensione e un registro che variano in relazione ai destinatari e alla situazione comunicativa. Si possono comprendere nel genere saggistico: -La monografia di ampio respiro -La tesi di laurea -La tesina scolastica -L'articolo culturale o specialistico -L'articolo di opinione.
2.Breve storia del saggio

Tempus est iocundum, o virgines...

Progetto Pirandello 
1. Per lunedì vi guardate la puntata:
I grandi della letteratura italiana Luigi Pirandello

2. cliccando qui dovreste essere in grado di inserire una domanda sul quiz Ei Fu dedicato a Mattia Pascal. Poi mercoledì lo facciamo in classe.

http://www.triventy.com/shared/edit/76237



Strumenti per Tesine Grafica moderna in poco tempo
https://spark.adobe.com/
Suite di strumenti costituita da tre applicazioni per la creazione, la pubblicazione e la condivisione sul web di contenuti digitali.Adobe Spark Post: testo + grafica, utile per creare oggetti grafici e grafica per i Social Media come Facebook, Twitter, Instagram, etc. Grazie a Post è possibile realizzare Meme, Poster, Banner, Copertine, Annunci e Inviti, Citazioni, etc.Adobe Spark Page: testo + immagini + video + link, ottimo strumento per creare Storie e Documenti. Con Adobe Page è possibile realizzare Porfolio, Presentazioni, Narrazioni stile digital storytelling, Diari di apprendimento, Relazioni, Catloghi e Repertor…

Lezione V: Primi documenti e primi testi in volgare

Tra latino e italiano: i primi documenti in volgare (da Luzappy.eu e altri) La frantumazione politica dell’Impero romano non distrusse la cultura lati­na, intesa qui come lingua quotidiana; aggiunse invece elementi nuovi, per trasformare sempre più, nonostante la volontà frenante della scuola e dei grammatici, il sistema linguistico. Anche i Longobardi furono veicolo di novità, fin quando nel 774 Carlo Magno li sconfisse, per poi rifondare l’impero, volendo ricom­porre l’unità politica, religiosa, culturale (e, perciò, linguistica). Ma una lingua non si impone; il popolo, disperso nelle campagne dei feudatari o accolto nelle corti, continuò a sentire sempre più incomprensibile il latino, che proprio per la riforma carolingia, diventava «altra lingua» rispetto a quella parlata dalle masse ed ormai era soltanto la lingua ufficiale della Chiesa e del Palazzo imperiale. 
Il Concilio di Tours (813) prese coscienza della diversità della lingua del popolo, quando raccomandò ai vescovi la pre…